Home » Quanto consuma un forno elettrico?

Quanto consuma un forno elettrico?

Quando si decide di acquistare un forno elettrico uno dei quesiti che tutti si pongono riguarda il consumo energetico. Naturalmente non c’è un valore uguale per tutti ma dipende dalla classe energetica, dalla capienza, dalla potenza e dalla tipologia del forno. Un fornetto elettrico di classe A+++ in media consuma il 25% in meno rispetto a quelli di classe A++ ed il 50% in meno rispetto a quelli di classe A+. Notevole come differenza!

Se consideriamo i modelli presenti sul mercato un fornetto elettrico ventilato risparmia circa 1/3 di energia elettrica rispetto ad un modello tradizionale statico questo perchè la ventola permette una cottura omogenea grazie al continuo movimento dell’aria calda, mentre quello statico funziona grazie alle due resistenze (una inferiore e l’altra superiore) che permettono la cottura per irraggiamento del calore.

consumi forno elettrico,come risparmiareUn altro fattore che determina la differenza di consumo è la dimensione dell’apparecchio. Per capire meglio questo dato è stato fatto un test che prevede 100 cicli di cottura annuali, cioè due cotture a settimana. Partiamo da un modello con una capacità compresa tra i 12 e i 35 litri. Se appartiena alla classe A consuma circa 60 kWh all’anno, mentre se è di classe B il consumo è di 80 kWh annui.

tutti i migliori modelli in vendita,prezzi,recensioni

Per un modello con capacità maggiore, ad esempio da un minimo di 35 litri ad un massimo di 60 litri, il consumo è di 80 kWh all’anno per la classe A e di 100 kWh annui per la classe B. Il consumo energetico varia anche in base a quanto tempo il forno rimane acceso per terminare una determinata cottura.

Solitamente con una temperatura di 180° C all’accensione consuma parecchio perchè deve riscaldarsi, poi passa ad un consumo di 800 Wh nei primi 20 minuti, per passare poi a 1 kWh dopo 60 minuti e a 1,5 kWh dopo 90 minuti.

Ti starai chiedendo: ” Ma cosa significa in valore monetario?” Giusta domanda a cui cercheremo di dare una spiegazione chiara e concisa. Partiamo dal fatto che il prezzo medio di 1 kWh è di € 0,22 pertanto per un’ora di utilizzo a 180° C pagheresti € 0,22 per un forno statico e € 0,07 per un forno ventilato (come abbiamo precedentemente detto consuma solo 1/3 rispetto allo statico).

Il wattmetro

Se vuoi calcolare il consumo esatto puoi acquistare un dispositivo chiamato Wattmetro ad un prezzo che varia tra i 20 e i 30 euro. Basterà collegarlo all’apparecchio di cui vuoi conoscere i consumi e sul display ti segnalerà i dati di quanta energia elettrica ha assorbito e i costi previsti.

Consigli per risparmiare

Tuttavia ci sono degli accorgimenti che si possono adottare per ridurre i consumi, vediamo quali sono:

  • Cerca di utilizzare le pirofile in Pyrex perchè trattengono meglio il calore e riducono i tempi di cottura
  • Evita di aprire lo sportello se non è necessario per evitare la fuoriuscita di calore
  • Eseguite la pulizia ogni volta che lo usi perchè lo sporco impedisce la diffusione del calore
  • Se le guarnizioni ti sembrano invecchiate sostituiscile altrimenti il calore tenderà ad uscire verso l’esterno
  • Se devi cuocere diverse pietanze fallo contemporaneamente, risparmierai tempo e denaro
  • Spegni il forno cinque minuti prima del termine della cottura che continuerà ugualmente grazie al calore residuo
  •  Preriscaldate il forno solo quando sei già pronti per inserire il tegame onde evitare inutili sprechi.

Conclusioni

Se seguirai questi consigli noterai dei notevoli risparmi sulla bolletta energetica, inoltre se riuscirai anche ad utilizzare il fornetto elettrico nelle fasce orarie in cui il consumo è ridotto (dal lunedì al venerdì dalle 19:00 alle 7:00; il sabato dalle 7:00 alle 24:00 e la domenica e i festivi a tutte le ore) ti rimarrà più denaro in tasca.

tutti i migliori modelli in vendita,prezzi,recensioni

Quanto consuma un forno elettrico?
Metti il tuo voto