Fornetto ventilato o statico

Quale forno, tra statico e ventilato offre il miglior metodo di cottura? E’ una domanda che si è solito porsi ( cosa vuol dire fornetto statico e fornetto elettrico ventilato ) prima di acquistare un forno da cucina. Ebbene, prima di scegliere il modello giusto è importante conoscere le differenze tra i due forni e i vantaggi che offrono. La nostra guida ti fornirà tutte le informazioni che ti guideranno nella scelta del tuo forno, illustrandoti caratteristiche, funzioni e confronti tra un modello statico e uno ventilato.

Fornetto elettrico statico

Il forno statico permette di cucinare tutti gli alimenti grazie alle resistenze posizionate nella parte superiore e inferiore della camera di cottura. Gli alimenti cucinati nel fornetto statico vengono cotti in modo lento e delicato, ma non in modo uniforme. Questa funzione è maggiormente indicata nella preparazione di alimenti lievitati garantendo un prodotto asciutto e ben cotto. Pertanto, se vuoi cuocere torte, pan di spagna, pane o focacce, il fornetto elettrico statico è perfetto!

Fornetto elettrico ventilato

Il forno elettrico ventilato genera il calore tramite una piccola ventola che emana rapidamente aria calda in tutte le zone della camera di cottura ( compresi gli angoli ), in questo modo è possibile cucinare gli alimenti in modo veloce e uniforme. L’utilizzo del fornetto ventilato per cuocere un alimento, crea sulla superficie dello stesso, un piccola e buona crosticina, mentre l’interno rimane bello morbido. Ti consigliamo di usare questa funzione se devi cuocere le lasagne, un arrosto, ortaggi, pesce al cartoccio, biscotti, ecc. Un altro dettaglio non indifferente è che si possono inserire anche due o tre teglie contemporaneamente ( in base alla possibilità del tuo forno), in questo modo puoi cucinare maggiori quantità di cibo, risparmiando tempo e denaro.

fornetto elettrico o ventilato,differenze

In sintesi

Sintetizzando il tutto possiamo dire che la differenza tra funzione ventilata e funzione statica sta nei tempi e nelle modalità di cottura ( ventola o resistenza ). Tieni presente che, la temperatura tra i due metodi di cottura, può variare anche di 20-25 gradi.

Come faccio se ho una sola funzione?

Come cucino gli arrosti, il pesce al cartoccio e le lasagne, se ho solo il forno statico? Come faccio a cucinare i dolci se ho un forno ventilato? Se hai un classico forno a gas o sprovvisto di ventola e la tua ricetta prevede una temperatura di 180 gradi con la funzione ventilata, non devi far altro che aumentare la temperatura di 20 gradi.

Considera che molti forni ( specialmente quelli senza display digitale ) non indicano la temperatura precisa, puoi quindi risolvere il problema utilizzando un semplice termometro digitale ( costo 10 – 15 euro ). Se invece devi cuocere un dolce o una focaccia, nel forno ventilato, devi effettuare il procedimento inverso, ossia diminuire di 20 gradi la temperatura. Per rallentare la formazione della crosta, puoi spennellare la superficie con acqua, latte, olio o un altro prodotto.

Fornetto ventilato o statico
Metti il tuo voto